Guida: scegliere liberamente la propria posizione in Pokémon GO

Disclaimer #1: Hacking

Questa guida a scopo puramente informativo descrive l’utilizzo di pratiche che consentono di ottenere un vantaggio rispetto agli altri giocatori tramite l’utilizzo di software esterno al gioco. Non mi assumo nessuna responsabilità in caso di ban agli account o altri provvedimenti che possono essere presi nei vostri confronti,

Disclaimer #2: Eticità

Questa è una cosa più personale che altro, ma ho scritto questa guida soprattutto per le persone che nel proprio quartiere a livello di Pokéstop e Palestre hanno una situazione simile a questa:_20160712_170850

Ma anche per tutte quelle persone che per arrivare nel luogo più vicino in cui c’è qualcosa hanno bisogno di prendere la macchina o che sono impossibilitate a muoversi spesso da casa.

Credo che questi siano gli unici casi in cui questa guida debba essere presa in considerazione.

Altre riflessioni sull’eticità

Di recente sto vedendo persone che usano Pokémon GO in automobile, magari anche mentre guidano, mettendo in pericolo sé stessi e gli altri. Trovo anche che proprio per il fatto che il gioco è stato concepito per camminare, farsi trasportare in automobile possa essere considerato poco etico da alcuni, perché in questo modo si acquisisce una velocità che chi non dispone di un automobile non potrà mai raggiungere, e quindi un vantaggio non da poco rispetto ai pedoni.

Così come ho visto persone appoggiare il telefono su un giradischi in movimento per accelerare la schiusa delle uova, e anche questo da alcuni può essere visto come poco etico.

Detto questo, sta a voi decidere cosa è etico e cosa no. Esistono tanti modi di giocare e spostarsi in Pokémon GO: questo è un nuovo modo, anche se questionabile, e sta a voi decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato secondo la vostra opinione, inclusa questa guida, senza criticare il modo di pensare altrui, a meno che non sia qualcosa di insensato come l’avere 10 Pokéstop vicini a casa e voler seguire questa guida solamente per danneggiare il gioco.

Preparare l’ambiente

Premessa

Dopo molte prove usando varie combinazioni di software, moduli Xposed e quant’altro e dopo aver causato un softbrick al telefono durante i miei tentativi, sono arrivata alla conclusione che la piattaforma migliore su cui giocare a Pokémon GO in questo modo è il PC, e me ne sono convinta ancora di più quando ho notato che provando a fare i passaggi di seguito su uno smartphone, il GPS fisico e l’app per scegliere la posizione cominciano a fare il tiro alla fune, sballottandovi continuamente tra la vostra posizione reale e quella scelta.

La seconda cosa da tenere in considerazione prima di procedere con questa guida è che serve un buon PC, con almeno 8 GB di RAM e con almeno un processore Intel i5. Come scheda video va bene tutto, ma ho notato che ci sono problemi con le Intel HD Graphics, quindi senza una NVIDIA o una AMD sufficientemente buona non sarà possibile nemmeno portare a termine la prima installazione.

Installare Bluestacks

Bluestacks sarà il nostro emulatore di Android, su cui installeremo Pokémon GO e tutte le app necessarie. Si scarica da qui: http://www.bluestacks.com/download.html

Nel caso in cui durante l’installazione vi dia problemi dicendo che la scheda video del vostro PC non è compatibile e come me avete due schede video sul PC di cui una è la Intel HD Graphics, disattivatela momentaneamente facendo click destro sul tasto Start, cliccando Gestione computer, Gestione dispositivi, click destro e Disattiva.hdgraphics

Una volta completata l’installazione, per evitare possibili crash del gioco dovuti all’attivazione della fotocamera che non c’è, aprite l’editor del registro di sistema (si trova nel menù Start cercando “regedit”) e navigate fino alla cartella HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\BlueStacks\Guests\Android\Config.
Dopodiché fate doppio-click sulla voce “Camera” e cambiate il valore da 1 a 0.keyregistry

A questo punto potete aprire Bluestacks, l’installazione è completata.

Procurarsi le app necessarie

Le app che serviranno sono:

Purtroppo sì, una delle app che servono è a pagamento. Esiste una versione free, ma non è in grado di superare i controlli di Pokémon GO per via di una sua grande mancanza inclusa però nella versione a pagamento… ma se proprio non potete o non riuscite a comprarla, vi posso dire che cercando su Google le parole “globalapk fake gps” potreste trovare ciò che cercate.

Fare il root a Bluestacks

Nel caso in cui non sappiate cosa sia il root e a cosa serva, qui c’è un articolo esaustivo che lo spiega, di cui consiglio la lettura prima di continuare con questa guida: http://www.androidworld.it/2010/11/15/root-su-android-la-grande-guida-cose-perche-e-come-ottenerlo-27587/

Bluestacks non è poi troppo diverso da un tablet Android, e come tale è possibile farci il root. L’app che useremo per farlo sarà Kingroot. Installatela facendo click sul pulsante “Installa APK”, a sinistra dell’interfaccia di Bluestacks. Una volta fatto, apritela, scorrete due volte verso il basso e cliccate “Try it”. Dopodiché aspettate che arrivi al 100% e cliccate “Optimize”.

ss (2016-07-12 at 06.16.27)

A questo punto è necessario riavviare Android (si fa cliccando sull’ingranaggio in alto a destra) e cliccando “Riavvia plug-in Android”. Bluestacks ora dovrebbe avere i permessi di root.

Installare Fake GPS Location Spoofer come app di sistema

Per poter eludere i controlli di Pokémon GO, il GPS deve essere manipolato nativamente dal sistema, e non attraverso le posizioni fittizie contenute negli strumenti per sviluppatori. Per fare ciò, Fake GPS Location Spoofer deve essere installato come app di sistema, in modo che possa usufruire del permesso di manipolare direttamente il GPS.

Per questo passaggio, il modo più comodo di passare il file apk di Fake GPS Location Spoofer dal PC/smartphone a Bluestacks è quello di caricarlo su qualche servizio di file hosting e poi scaricarlo nuovamente tramite il browser di Bluestacks.

Una volta ottenuto il file apk di Fake GPS Location Spoofer su Bluestacks, non installatelo. Installate invece Lucky Patcher, esattamente come avete fatto con Kingroot. Una volta installato Lucky Patcher avviatelo e cliccate l’ultima voce in basso a destra, “Ricostruisci & Installa”.

Ora navigate tra le cartelle fino a trovare il percorso in cui avete messo il file apk di Fake GPS Location Spoofer, solitamente “sdcard/downloads/”, selezionatelo e cliccate “Installa come applicazione di sistema”.ss (2016-07-12 at 06.18.54)

Ora se tutto è andato correttamente, Lucky Patcher vi chiederà di riavviare Android. Dite no, cliccate sull’ingranaggio in alto a destra e riavviate manualmente come prima.

Installare Pokémon GO

È arrivato il momento di installare Pokémon GO. Installatelo normalmente, come avete fatto con Lucky Patcher e Kingroot ma non avviatelo ancora: ci sono altri passaggi da fare.

Disabilitare gli strumenti per sviluppatori

Installate Developer Options Tool for Bluestacks, così come avete fatto con Kingroot, Lucky Patcher e Pokémon GO.

Apritelo, chiudete l’eventuale pubblicità e disattivate l’interruttore generale, posizionato in alto a destra.

Usare il finto GPS

Configurare Fake GPS Location Spoofer

Fake GPS Location Spoofer non viene elencato nella lista dal launcher di Bluestacks, quindi sarà necessario aprirlo attraverso Lucky Patcher, selezionandolo e cliccando su “Avvia app”.

Una volta aperto Fake GPS Location Spoofer è necessario aprire il menù in alto a destra, cliccare Settings e mettere una spunta a “Expert mode”, altrimenti non funzionerà mai.

Dopo averlo fatto, configurate le altre impostazioni a piacere e tornate alla schermata precedente (quella con la mappa), usando il tasto indietro, in alto a sinistra su Bluestacks.

Trovate un luogo in cui avete deciso di “abitare” facendoci doppio-click e una volta scelto cliccate sulla freccia arancione in basso a destra.

Giocare a Pokémon GO

A questo punto è possibile giocare a Pokémon GO. Accedete con l’account di Google e rispondete no quando vi chiederà il permesso di usare la posizione. Questo è molto importante: se per sbaglio accettate di dare a Google la posizione dovrete andare nelle impostazioni dell’account Google a revocare manualmente i permessi (come ho fatto io, da brava scemotta).

Congratulazioni! Ora potete giocare a Pokémon GO! Per cambiare il posto in cui vi trovate, tornate su Lucky Patcher, trovate di nuovo Fake GPS Location Spoofer nella lista e cliccate “Avvia app”, dopodiché cambiate zona esattamente come avete fatto per scegliere il luogo di partenza. Attenzione: per evitare un ban temporaneo (pare duri tra i 30 e i 60 minuti) spostatevi di poco alla volta, non fate grandi salti tra posti molto distanti tra loro!

Migliorare la qualità della vita

Rendere Bluestacks in grado di aprire Fake GPS Location Spoofer normalmente

Purtroppo il launcher di Bluestacks è davvero brutto, non c’è nulla da dire. Non elenca Fake GPS Location Spoofer perché è installato come app di sistema, e per questo bisogna fare un passaggio in più ogni volta, passando da Lucky Patcher. Per ovviare a questo problema la cosa più ovvia che mi è venuta in mente è stata rimpiazzarlo con un altro launcher, e la mia scelta è ricaduta su Nova Launcher, che si può trovare gratis direttamente nel Play Store. Funziona ed è molto più bello esteticamente.nova

Dimostrazione pratica

Questo video mostra un po’ il funzionamento di tutto. Ancora, come ho detto prima, non fate l’errore di saltare da un posto all’altro come si vede nel video, altrimenti entrerete in un ban temporaneo. Durante un ban temporaneo i Pokéstop non funzionano, i Pokémon fuggono e probabilmente anche le palestre non funzionano.

Grazie per la lettura 

Lascia un commento